• Euro

header_image
Your search results

Visti disponibili per la Tailandia

Posted by Niccoli Uberto on January 2, 2013
| Blog
| 0

Visti disponibili per la Tailandia

L’ingresso e la permamenza in Thailandia, sono subordinati all’ottenimento di uno dei seguenti elementi autorizzativi.

V.O.A.(Visa On Arrival) per scopi turistici; Transit Visa Tourist Visa: per scopi turistici Re-Entry Permit Visa Non-Immigrant

  • Non-Immigrant O-OA: per pensionati ultra cinquantenni o persone sposate con thai
  • Non-Immigrant B: business
  • Non-Immigrant B-A: business o investimenti

ED: per coloro che intendono studiare o insegnare in Thailandia; IB-IM: per investimenti significativi nel Regno; EX: per tecnici specializzati che prestino la loro opera in Thailandia; D: visto diplomatico; R: per i missionari; M: per i rappresentanti della stampa accreditati; RS: per coloro che effettuano ricerche scientifiche in Thailandia; S: per a coloro che intendono partecipare ad eventi sportivi nel Regno.

La durata del soggiono in Thailandia è subordinata al tipo di visto del quale si è in possesso:

  • Transit Visa – non oltre 30 giorni;
  • Tourist Visa – non oltre 60 giorni;
  • Non-Immigrant Visa – non oltre 90 giorni;
  • Diplomatic, Official e Courtesy Visa – quanto necessario.

TS (Transit Visa): per coloro che transitano in Thailandia per recarsi in altra nazione. V.O.A. (Visa On Arrival): questo non è propriamente un visto nell’accezione del termine, ma una concessione che consente l’entrata gratuita nel Regno alle persone di determinati Paesi in possesso dei seguenti requisiti:

  • passaporto in corso di validità che abbia non una scadenza inferiore a sei mesi;
  • prenotazione aerea o biglietto di andata e ritorno (verrà richiesto anche all’imbarco in aereo, senza il ritorno non sarà consentito viaggiare).

Il V.O.A. è estendibile per ulteriori sette giorni presso l’Ufficio Immigrazione a fronte del pagamento di 1.900 Baht, oppure quindici giorni, effettuando il visa run. V.O.A. Visa On Arrival Thailandia Visto Turistico: questo visto può essere rilasciato a chi, in possesso dei prescritti requisiti, desideri visitare il Regno per scopi turistici. Il costo di questo visto è 1.000 Baht e la sua validità è di tre mesi dalla data del rilascio. I beneficiari di questo visto, non potranno lavorare od aprire attività, a meno che, questa concessione, non venga convertita in visto Non-Immigrant ( il solo Ufficio Immigrazione competente è quello di Bangkok). Il visto turistico, pur avendo validità trimestrale, consente la permanenza per sessanta giorni, al termine dei quali può essere esteso di ulteriori trenta giorni recandosi all’Ufficio Immigrazione ed il costo è di 1.900 Baht. I titolari dei passaporti rilasciati dai governi dell’India, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka, Nepal, Siria, Iraq, Iran, Libano, Sudan, Algeria, Libia, Yemen, Egitto e Palestina, devono richiedere il visto nelle sedi diplomatiche thai del loro paese d’origine. Visto turistico in Thailandia Re-Entry Permit: i titolari di qualsiasi tipo di visto per il soggiorno in Thailandia che desiderano uscire e rientrare nel Paese entro la data di scadenza del visto senza dover richiedere un nuovo visto, devono richiedere un permesso di reingresso prima della partenza. In difetto, il visto sarà automaticamente annullato, anche se non ancora scaduto. Questo permesso può essere ottenuto presso tutti gli uffici Immigrazione thailandesi, ma anche agli aeroporti internazionali Don Muang (Bangkok), Chiang Mai, Phuket, Hat Yai, e Sukhothai, cosi come gli altri posti di controllo Immigrazione in tutto il Paese. L’aeroporto Internazionale Don Muang (Bangkok) opera 24 ore al giorno sette giorni la settimana mentre altri operano dalle 08.00 alle 16.00, dal lunedì a Venerdì. Per chi vigaggia spesso, è consigliabile richiedere un visto multiplo di reingresso. Se si lascia Thailandia prima che visto sia scaduto e si vuole tornare ma non non si è in possesso di un permesso di reingresso, deve essere richiesto un altro visto. Le uscite possono essere legalmente effettuate nei posti di controllo Immigrazione all’uopo designati. Che il punto sia o meno controllato, l’attraversamento di qualsiasi frontiera equivale ad un’uscita dal Regno così, visite anche brevi in paesi limitrofi, sono considerate giuridicamente uscite ed al ritorno in Thailandia si effettuerà una nuova entrata per la quale occorrerà il visto oppure il visto di reingresso. Visto di re-ingresso in Thailandia Visto Non-Immigrant: questo tipo di visto può essere rilasciato a coloro che intendono risiedere o lavorare in Thailandia e non permanervi per scopi turistici. E’ una tipologia di visto articolata per adattarsi a differenti esigenze. Visto Non-Immigrant B (Business): può essere rilasciato a coloro che si trovano in Thailandia per motivi di lavoro. Documenti da presentare:

  • copia del passaporto;
  • fototessere 4×6 cm;
  • documenti di registrazione della company o lettera di richiesta del datore di lavoro;
  • permesso di lavoro (se non è la prima volta che si richiede questo visto).

Visto non-immigrant “B” Thailandia Visto Non-Immigrant O (Other). Questo tipo di visto può essere rilasciato a due tipologie di persone per motivi differenti. Visto per motivi familiari, per coloro che intendono risiedere in Thailandia e siano regolarmente uniti in matrimonio con un cittadino del regno ed abbiano un introito annuo di almeno 400.000 Baht. Documenti richiesti:

  • copia del passaporto;
  • recenti fotografie formato passaporto (4×6 cm);
  • certificato di matrimonio;
  • copia del Tabien baan (registrazone della casa);
  • copia della carta d’identità del coniuge;
  • certificato di nascita di eventuali figli;
  • lettera del coniuge che chiede all’autorità il rilascio del visto per supporto alla famiglia.

Visto pensionati, che desiderino soggiornare in Thailandia per motivi non di lavoro e autorizza i titolari a permanere nel Regno per un anno. I candidati devono:

  • essere di età superiore a 50 anni (il giorno della presentazione di domanda);
  • non avere il divieto di ingresso nel Regno;
  • essere incensurati sia in Thailandia che nella nazione di origine e di residenza;
  • avere sia la cittadinanza che la residenza nel paese in cui il richiedente ha presentato la domanda per ottenere il visto;
  • essere esenti da malattie proibite oltre che non essere tossicodipendenti.

Documenti richiesti: passaporto con validità non inferiore a 18 mesi; fototessere 4×6 cm; curriculum; certificato di un deposito (in una banca thailandese) di importo non inferiore ad 800.000 Baht, o un certificato di reddito, – in copia originale -, dal quale si evinca che l’entrata mensile non è inferiore a 65.000 Baht, o un deposito (in una banca thailandese) più un reddito mensile che sommati risultino non inferiori a 800.000 Baht all’anno; certificato attestante che il richiedente è incensurato, rilasciato dalla competente autorità nella nazione di residenza. Il certificato non deve essere antecedente a tre mesi dalla data della presentazione della domanda e deve essere autenticato da un notaio o dagli organi diplomatici del paese del richiedente); certificato medico rilasciato nel paese in cui è presentata la domanda nel quale sia dichiarato che i richiedente non è affetto da malattie come tubercolosi, elefantiasi ed il terzo stadio della lue oltre che non essere tossicodipendente. Il certificato non deve essere antecedente a tre mesi dalla data della presentazione della domanda e deve essere autenticato da un notaio o dagli organi diplomatici del paese del richiedente. Il richiedente può presentare domanda presso le sedi diplomatiche thailandesi nel paese di residenza o presso l’Office of the Immigration Bureau, Soi Suan Plu, South Sathorn Road, Sathorn District, Bangkok, tel 02.2874948. Il costo del visto è di 2.000 Baht a entrata e di 5.000 Baht per il multi entry. Chi intende estendere il suo soggiorno deve presentare una richiesta di proroga presso l’Ufficio Immigrazione di Bangkok correlato di prove documentali circa un deposito (in una banca thailandese) di importo non inferiore ad 800.000 Baht, o un certificato di reddito, in copia originale dal quale si evinca che l’entrata mensile non è inferiore a 65.000 Baht, o un deposito (in una banca thailandese) più un reddito mensile che sommati risultino non inferiori a 800.000 Baht all’anno.  Visto non immigrant “O” Thailandia Esiste un’alternativa al visto Non-Immigrant OA e cioè il visto Non-Immigrant O, che consente di chiedere l’estensione annuale direttamente in Thailandia presso l’ufficio Immigrazione. I requisiti ed i documenti sono gli stessi che per il visto OA. Nel caso in cui il richiedente voglia far risiedere anche il coniuge e/o eventuali figli minori nel Regno e qualora il coniuge o i figli non abbiano i requisiti necessari per il visto O, si dovrà presentare anche il certificato di matrimonio ed il certificato di nascita: coniuge e prole verranno presi in considerazione per il Dependant Visa O-A (Visto per Residenti Temporanei). Per i figli, l’alternativa suggerita è il visto per motivi di studio ED. Visto non-immigrant “OA” Thailandia Visto ED (per motivi di studio): Può essere rilasciato a coloro che intendono esercitare l’insegnamento oppure studiare in Thailandia, a fronte della presentazione di una richiesta di una scuola thai presso le sedi diplomatiche thai nel territorio italiano. Questo visto consente al beneficiario di permanere nel Regno per una periodo di novanta giorni. dopo di che, alla scadenza, è possibile ottenere, trimestralmente presso l’ufficio Immigrazione, l’estensione per ulteriori tre mesi, a fronte del pagamento di 1.900 Baht, producendo la sotto elencata documentazione. Per scopo educativo. Università governative:

  • richiesta formale dell’ateneo intesa ad ottenere il rilascio del visto;
  • copia del passaporto.

Università private:

  • richiesta formale dell’ateneo intesa ad ottenere il rilascio del visto;
  • copia del passaporto;
  • documentazione inerente la registrazione della facoltà;
  • attestato di nomina del Rettore o copia della licenza di esercizio.

Scuole governative:

  • richiesta formale della scuola intesa ad ottenere rilascio del visto;
  • copia del passaporto.

Scuole internazionali:

  • richiesta formale dell’istituto scolastico intesa ad ottenere il rilascio del visto;
  • copia del passaporto;
  • documentazione inerente la registrazione della scuola;
  • attestato di nomina dell’amministratore o copia della licenza di esercizio.

Scuole private:

  • richiesta formale della scuola intesa ad ottenere il rilascio del visto;
  • copia del passaporto;
  • documentazione inerente la registrazione della scuola;
  • attestato di nomina dell’amministratore o copia della licenza di esercizio.

Per l’esercizio dell’insegnamento. Università governative:

  • richiesta formale dell’ateneo intesa ad ottenere il rilascio del visto;
  • copia del passaporto;
  • lettera o contratto di assunzione
  • richiesta di permesso di lavoro.

Università private:

  • richiesta formale dell’ateneo intesa ad ottenere il rilascio del visto;
  • copia del passaporto;
  • lettera o contratto di assunzione;
  • diploma di studio e/o curriculum vitae del beneficiario del visto;
  • documentazione inerente la registrazione dell’università;
  • attestato di nomina del Rettore o copia della licenza di esercizio;
  • richiesta del permesso di lavoro.

Scuole governative:

  • richiesta formale della scuola intesa ad ottenere rilascio del visto;
  • copia del passaporto;
  • lettera o contratto di assunzionedi permesso di lavoro.
  • richiesta di permesso di lavoro.

Scuole private: * richiesta formale della scuola intesa ad ottenere il rilascio del visto; * copia del passaporto; * lettera o contratto di assunzione; * diploma di studio e/o curriculum vitae del beneficiario del visto;inerente la registrazione della scuola; * attestato di nomina dell’amministratore o copia della licenza di esercizio; * richiesta del permesso di lavoro. Scuole internazionali:

  • richiesta formale dell’istituto scolastico intesa ad ottenere il rilascio del visto;
  • copia del passaporto;
  • lettera o contratto di assunzione;
  • diploma di studio e/o curriculum vitae del beneficiario del visto;
  • documentazione inerente la registrazione dell’istituto scolastico;
  • attestato di nomina dell’amministratore o copia della licenza di esercizio;
  • richiesta del permesso di lavoro.

In caso di di mancanza del visto ED, qualsiasi altra eventuale tipologia di visto compreso il V.O.A. potrà essere convertito, previa presentazione dei documenti di cui sopra presso l’Ufficio Immigrazione. Visto IB – IM (investitori): Per stranieri che intendano effettuare investimenti significativi nel Regno. In tal caso dovranno preventivamente verificare se tali investimenti sono ammessi ai privilegi della Thailand Board of Investment (B.O.I.), La BOI ha il potere di concedere alcuni o tutti i seguenti privilegi, a seconda delle attività e degli investimenti promossi:

  • esenzione da norme che limitano la proprietà straniera del terreno;
  • esenzione da norme che limitano la proprietà straniera delle imprese;
  • esenzione dall’imposta sul reddito delle società per un periodo fino a 8 anni;
  • esenzione dei dazi per l’importazione di macchinari e di materie prime;
  • esenzione dal permesso di lavoro e norme in materia di visti.

Il grado di privilegi fiscali dato agli investitori dalla B.O.I. dipende dall’ubicazione delle attività dei medesimi. I maggiori privilegi fiscali si ottengono con investimenti in regioni a basso reddito ed inadeguate strutture. La B.O.I. promuove attività nell’ambito delle seguenti categorie:

  • agricoltura e prodotti agricoli;
  • estrazioni minerarie, ceramica e metalli di base;
  • industria leggera;
  • prodotti in metallo, macchine e attrezzature da trasporto;
  • elettronica industriale ed applicazioni elettriche;
  • sostanze chimiche, carta e plastica;
  • servizi di pubblica utilità.

Indirizzi: Office of the Board of Investment 555 Vibhavadi-Rangsit Road, Chatuchak Bangkok 10900 Thailand Tel. : (662) 537-8111-55 Fax : (662) 537-8177 E-mail : head@boi.go.th Website : http://www.boi.go.th One-Stop Service Center for Visas and Work Permits Rasa Tower 2, 16th Floor, 555 Phaholyothin Road, Chatuchak, Bangkok 10900 Thailand Tel. : (662) 937-1155 Fax : (662) 937-1191 E-mail : visawork@boi.go.th Visto D (diplomatico): Può essere rilasciato a coloro che lavorano alle dipendenze di una sede diplomatica. Visto EX (esperti): Riservato a persone con esperienze specifiche in particolari settori. Visto F (ufficiale): Per visite di origine ufficiale che coinvolgano il governo thailandese. Visto R (lavoro missionario): Rilasciato ai rappresentanti delle confessioni riconosciute per l’attività missionaria. Visto M (mass media): Per i rappresentanti accreditati di stampa e network. Visto RS (ricerche scientifiche): Può essere rilasciato a coloro che intendono effettuare training o studi in Istituti di ricerca del Regno. Visto S (partecipazioni sportive): Può essere rilasciato a coloro che intendono partecipare ad eventi sportivi ufficialmente riconosciuti nel Regno. Per ulteriori informazioni non esitate scriverci.

Niccoli Uberto

Phuket Agenzia Immobiliare
399 Patak Road, Karon beach
Phuket, 83130 Thailandia

Leave a Reply